Calendario eventi

ottobre 2019
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031EC

2014-2017 : Il passato prossimo

 

20ª OSPITALITÁ

2 giugno ÷ 5 luglio 2014

 

Il 5 Luglio 2014, dall’aeroporto di Milano Malpensa, i 25 bambini bielorussi sono rientrati nel loro Paese insieme alle loro accompagnatrici, dopo 33 giorni di permanenza sul territorio italiano.

Quest’anno i bambini avevano un’età compresa tra gli otto e gli undici anni.Per 16 di essi si trattava della seconda esperienza di soggiorno  presso le nostre famiglie, per 9 della prima.

In questa ospitalità abbiamo avuto la presenza di due coppie di gemelli, accolti in quattro famiglie distinte. Diversamente dallo scorso anno non ci sono stati problemi d’inserimento, nè di gestione.

Le visite effettuate da tre medici di base ai bambini hanno rilevato un buono stato di salute generale.

La gestione del centro diurno ha funzionato a dovere. Il direttivo dell’associazione ha assicurato la presenza costante di 3/5 membri, in veste di coordinatori delle attività programmate.

Il gruppo di animatori, quest’anno poco numeroso, si è comunque impegnato nella gestione del progetto. La formula collaudata dell’ospitalità e la presenza a spot di alcuni animatori “storici” ha fatto sì che tutto il programma previsto sia stato portato a compimento.

L’interprete Viktoria, che tornava per la seconda volta, nonostante una conoscenza poco approfondita della lingua italiana, ha saputo gestire in modo adeguato l’intero gruppo di minori. Sempre positivi i rapporti con i referenti dell’associazione, con le famiglie italiane e con gli animatori grazie alla sua costante disponibilità e simpatia.

Anche la maestra Tatiana, già invitata nel 2013, si è dedicata con impegno alla cura dei 25 bambini diventando punto di riferimento ed elemento di sostegno per tutte le attività programmate.

Tutti i bambini hanno beneficiato di un soggiorno al mare di nove giorni, trascorsi serenamente in una colonia di Cesenatico, con l’obbiettivo di un ulteriore giovamento alla loro salute grazie all’aria marina.

Come avviene da qualche anno, animatori, accompagnatrici e alcuni membri delle famiglie ospitanti, hanno preparato, come saluto alle famiglie, un bellissimo spettacolo con balli, canzoni bielorusse ed una popolare canzone italiana interpretata dai piccoli ospiti.

A completamento del progetto, conoscendo le difficoltà economiche di molte delle famiglie dei bambini accolti, la nostra associazione ha acquistato per tutti zainetti e cappellini per le escursioni, scarpe estive per l’immediato  e scarpe sportive per il rientro in Bielorussia.

I bambini ospitati sono quindi tornati a casa con borsoni carichi di regali utili e vestiario estivo e invernale (proveniente da una raccolta organizzata in precedenza e dalla collaborazione diretta delle famiglie).

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                a tutto gas

21ª OSPITALITÁ

30 maggio ÷ 4 luglio 2015

Il 4 Luglio 2015, dall’aeroporto di Milano Malpensa, i 25 bambini bielorussi sono rientrati nel loro Paese insieme alle loro accompagnatrici , dopo 35 giorni di permanenza sul territorio italiano.
Quest’anno i bambini avevano un’età compresa tra i sette e gli undici anni. Per 16 di essi si trattava della prima  esperienza di  soggiorno  presso le nostre famiglie, per 9 della seconda.

Anche durante questa ospitalità abbiamo avuto la presenza di due coppie di gemelli, accolti in quattro famiglie distinte. Anche quest’anno non ci sono stati problemi d’inserimento.

Le visite effettuate da tre medici di base ai bambini hanno rilevato un buono stato di salute generale.

La gestione del centro diurno ha funzionato a dovere. Il direttivo dell’associazione ha assicurato la presenza costante di 3/5 membri, in veste di coordinatori delle attività programmate.

Sul fronte degli animatori è da segnalare la presenza di due nuovi ragazzi, Ivan e Alessia, che, assistiti dai colleghi più “navigati”,si sono dedicati con impegno alla gestione dei vari aspetti del progetto, soprattutto durante il soggiorno al mare, durante il quale hanno organizzato e condiviso per intero i giorni ( e le notti) con i bambini e le bambine bielorusse.

L’interprete Viktoria, tornata per la terza volta, ha mostrato qualche momento di stanchezza nell’affrontare i diversi impegni legati alle cinque settimane di ospitalità (probabilmente anche a causa di problemi familiari). Poco attiva rispetto al passato, ha  comunque saputo gestire il gruppo di minori, mantenendo buoni rapporti con i referenti dell’associazione, con le famiglie italiane e con gli animatori. Un’esperienza meno positiva rispetto alle precedenti.

Il gruppo era inoltre completato dal maestro Aleksandr. Ospitato nel 2001 come bambino e ora tornato in veste di accompagnatore , Aleksandr ha coadiuvato Viktoria nella gestione dell’accoglienza. Molto timido e riservato è comunque risultato utile punto di riferimento per i bambini, soprattutto nelle attività ricreative svolte all’aperto (mare e meeting di atletica).

Entrambi gli accompagnatori sono stati presenti alle attività svolte dal progetto.

Tutti i bambini hanno beneficiato di un soggiorno al mare di nove giorni, con l’obbiettivo di un ulteriore giovamento alla loro salute grazie all’aria marina. A causa dell’inagibilità della “storica” colonia di Cesenatico, la vacanza di quest’anno è stata vissuta in una “casa per ferie” di Torre Pedrera (Rimini). Gli aspetti positivi di questa struttura ( la presenza al suo interno di due piscine. spazi per il gioco,il buon trattamento a tavola) e la vivacità del paese durante le passeggiate serali, non sono purtroppo stati sufficienti per considerare soddisfacente questa nuova esperienza. La non vicinanza del mare, gli spazi ristretti in spiaggia ma, soprattutto le deludenti condizioni del mare (melmoso stagnante e opaco) nel quale più di una volta è stata vietata la balneazione hanno portato il direttivo alla decisione di individuare una località alternativa per il futuro.

Come avviene da qualche anno, animatori, accompagnatrici e alcuni membri delle famiglie ospitanti, hanno preparato, come saluto alle famiglie, un bellissimo spettacolo con balli, canzoni bielorusse ed una popolare canzone italiana interpretata dai piccoli ospiti.

A completamento del progetto, conoscendo le difficoltà economiche di molte delle famiglie dei bambini accolti, la nostra associazione ha acquistato per tutti zainetti e cappellini per le escursioni, scarpe estive per l’immediato  e scarpe sportive per il rientro in Bielorussia.

I bambini ospitati sono quindi tornati a casa con borsoni carichi di regali utili e vestiario estivo e invernale (proveniente da una raccolta organizzata in precedenza e dalla collaborazione diretta delle famiglie).

 

 

 

                                
oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
22ª OSPITALITÁ                                                                                                                                                                      
28 maggio ÷ 2 luglio 2016.                                                                                                                                                                                               oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
Il 2 Luglio 2016, dall’aeroporto di Milano Malpensa, i 25 bambini bielorussi sono rientrati nel loro Paese insieme alle loro accompagnatrici , dopo 36 giorni di permanenza sul territorio italiano. Luglio 2016, dopo 35 giorni di permanenza sul territorio italiano, i 25 bambini bielorussi, insieme alle loro accompagnatrici, sono parti dall’aeroporto di Milano Malpensa per rientrare nel loro Paese.                                                                                                      
Anche quest’anno i bambini avevano un’età compresa tra i sette e gli undici anni. Un minore, accolto nel 2015, rinunciava a tornare in Italia e pertanto per 15 di essi si trattava della seconda esperienza di soggiorno presso le nostre famiglie, per 10 la prima.               oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
La gestione dell’intero gruppo da parte del consiglio direttivo dell’associazione e delle famiglie ospitanti è stata sostanzialmente positiva anche se impegnativa a causa di alcuni maschietti molto “vivaci”.                                                                                                         OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
Le visite effettuate da tre medici di base ai bambini hanno rilevato un buono stato di salute generale.
La gestione del centro diurno ha funzionato bene. Il direttivo dell’associazione ha assicurato la presenza costante di 3/4 membri, in veste di coordinatori delle attività programmate.                                                                                                                                                       oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
Il gruppo era accompagnato per il primo anno dall’interprete Natalia e dalla maestra Irina. La collaborazione con Natalia non è stata positiva. Nonostante una buona conoscenza della lingua italiana, Natalia non ha interagito con i soggetti italiani coinvolti nel progetto (responsabili del centro diurno, Direttivo, animatori e gruppo di famiglie ospitanti), inoltre raramente ha cercato di sua volontà di guidare i bambini attraverso le numerose iniziative predisposte. Natalia non ha interpretato in modo soddisfacente il suo ruolo secondo le nostre aspettative e necessità, non aspettandosi, forse, un tipo di ospitalità come la nostra, molto impegnativa per le accompagnatrici bielorusse, alle quali viene chiesto di stare tutto il giorno a contatto con i bambini e con i responsabili del progetto.                                                                                                                                                                                                                               oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
Irina, molto timida e riservata, adattandosi forse all’operato dell’interprete, non si è distinta in maniera particolare. E’ tuttavia risultata punto di riferimento per i bambini.                                                                                                                                                               oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
Entrambe le accompagnatrici sono comunque state presenti a tutte le attività previste dal progetto.                                                           oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
Gli animatori Ivan e Alessia , già attivi lo scorso anno, si sono dedicati con impegno alla gestione dei vari aspetti del progetto, sia durante il soggiorno al mare, durante il quale hanno organizzato e condiviso per intero le giornate ( e le notti ) con i bambini e le bambine bielorusse, sia nella gestione del centro diurno e durante lo svolgimento delle gite. Assolutamente positiva la loro presenza ed il rapporto instauratosi anche con gli adulti ( famiglie e direttivo).                                                                                                 oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
Tutti i minori hanno beneficiato di un soggiorno al mare di nove giorni con l’obbiettivo di un ulteriore giovamento alla loro salute grazie all’aria marina.                                                                                                                                                                                                        ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
In considerazione della negativa esperienza dello scorso anno, per l’estate 2016 è stata utilizzata una nuova struttura, individuata a Cavallino Treporti ( VE).  La Casa per Ferie “Regina Mundi” (questo è il suo nome ) si è rivelata una scelta vincente sotto tutti i punti di vista. La comodità e la spaziosità delle camerate e dei servizi, il buon trattamento a tavola, la vicinanza e l’ampiezza della spiaggia e del bel mare, adattissimo hai bambini ne hanno fatto un punto di forza per l’intero progetto e sicuramente verrà considerato anche per il futuro.                                                                                                                                                                                      ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
A fine vacanza, come saluto alle famiglie ospitanti, animatori e interprete hanno preparato uno spettacolo serale con balli, canzoni bielorusse e una popolare canzone italiana. Per questa iniziativa, valido è stato l’intervento di Natalia, che ha ben preparato e ben condotto lo spettacolo eseguito dai piccoli ospiti ed in parte anche dalla maestra Irina.                                                                                  ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
A completamento del progetto, conoscendo le difficoltà economiche di molte famiglie dei bambini accolti, la nostra associazione ha acquistato per tutti zainetti e cappellini per le escursioni, scarpe estive per l’immediato e scarpe sportive per il rientro in Bielorussia. I bambini ospitati sono quindi tornati a casa con borsoni carichi di regali utili e vestiario estivo e invernale ( proveniente da una raccolta organizzata in precedenza e dalla collaborazione diretta delle famiglie ).                                                         oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
                                
ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
23ª OSPITALITÁ                                                                    
27 Maggio ÷  02 Luglio 2017