Calendario eventi

dicembre 2019
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031EC

Dal 1999… al 2002: i primi anni dell’Associazione

.

5ª OSPITALITÁ

1 giugno ÷ 1 luglio 1999

Accoglienza di 15 bambini e 12 bambine (più due accompagnatrici) provenienti da famiglie dei villaggi di Scherstin e Bolscie Nemchi.

Il Comitato Lentatese per il Progetto Cernobyl, a causa d’insanabili contrasti con Legambiente, dovuti alla modesta offerta di bambini da ospitare per l’anno in corso, abbandona l’associazione ambientalista e fonda il nuovo gruppo “Per i Bambini di Cernobyl”. L’associazione, che comprende famiglie di Barlassina, Lazzate, Lentate e Seveso, abbraccia gli obiettivi ed il programma delle ospitalità già compiute negli anni precedenti. L’accoglienza si realizza in maniera perfetta, grazie al lavoro febbrile dei membri costituenti il nuovo Direttivo che, per la prima volta, devono gestire tutta la parte organizzativa e burocratica del progetto: date di arrivo e partenza rispettate, programma completato come prefissato, introduzione della gita al lago sul battello che soddisfa tutti i partecipanti ed infine, raccolta contributi positiva che induce ottimismo per gli anni futuri.

Foto di gruppo anno 1999


6ª OSPITALITÁ

28 maggio ÷ 1 luglio 2000

Accoglienza di 13 bambini e 17 bambine (più due accompagnatrici) provenienti da famiglie dei villaggi di Bolscie Nemchi e Stolbun.

è la seconda ospitalità organizzata dalla nostra nuova associazione, ma la prima pensata e gestita con la dovuta tranquillità. Il soggiorno dei bambini ospitati è il più lungo vissuto fino ad ora, rispetto ai cinque anni precedenti, essi sono più piccoli e più numerosi, per tutti loro è la prima esperienza in assoluto di vacanza fuori dai confini della loro patria. Questi primati, invece di creare difficoltà, fanno di questa esperienza quella che ha maggiormente soddisfatto coloro che l’hanno provata. A fine anno, un gruppo di persone dell’associazione vive l’emozione di un viaggio in Bielorussia: l’affetto e la simpatia della gente che li accoglie e l’estrema povertà dell’ambiente che li circonda non lasciano il loro cuore indifferente. Un’esperienza che arricchisce interiormente e spinge chi la vive a dedicare più impegno al progetto di solidarietà.

Foto di gruppo anno 2000


7ª OSPITALITÁ

27 maggio ÷ 30 giugno 2001

Accoglienza di 16 bambini e 14 bambine (più due accompagnatrici) provenienti da famiglie dei villaggi di Bolscie Nemchi e Stolbun.

Anche nel 2001, come l’anno precedente, la “vacanza” dei nostri piccoli amici è durata 35 giorni. Tanti momenti belli da ricordare tra gite, nuotate in piscina, feste, spettacoli e l’immancabile soggiorno al mare di Cesenatico. Le visite mediche generali, i controlli specialistici per i bambini più bisognosi e, l’ormai mitico centro ricreativo diurno, che si svolge dal lunedì al venerdì all’oratorio di Birago con orario continuato e servizio mensa incluso, hanno completato il progetto in maniera positiva. Quest’anno i volontari dell’Associazione, grazie alla collaborazione delle scuole, di alcuni medici, delle aziende, delle associazioni della zona e di tanti privati cittadini, hanno raccolto ed inviato 30 quintali di materiale umanitario che, dopo estenuanti pratiche burocratiche, è giunto a due scuole, un ospedale ed un orfanotrofio situati nelle zone contaminate della Bielorussia.

Foto di gruppo anno 2001



8ª OSPITALITÁ

25 maggio ÷ 1 luglio 2002

Accoglienza di 12 bambini e 17 bambine (più due accompagnatrici) provenienti da famiglie dei villaggi di Bolscie Nemchi e Stolbun.

Una vacanza lunga ben 38 giorni vede protagonisti i bambini e le bambine che già nell’anno 2000 furono ospiti nelle nostre case. Questo ritorno ha sicuramente facilitato il lavoro dei volontari dell’associazione, delle famiglie ospitanti ed anche dei bambini stessi che, con più naturalezza, si sono inseriti nelle nostre abitudini e nella nostra realtà. Molta soddisfazione c’è stata nell’apprendere che dai risultati dei controlli sanitari, eseguiti da medici di base sui piccoli, è emerso che il loro stato di salute era migliore rispetto gli anni precedenti; forse un segno che anche piccole iniziative come la nostra possono dare risultati positivi. Tutto il programma prestabilito è stato svolto regolarmente con l’aggiunta di uno spettacolo teatrale, allestito in lingua italiana dai bambini con le loro accompagnatrici, che ha riscosso un grande successo durante la festa di saluto.

Foto di gruppo anno 2002